Jena camuna – Se tutto è vergogna, niente è vergogna


Gira in Italia da un po’ un sostantivo
strombazzato da chiunque ha una rampogna
da gonfiare come fosse zampogna,
ovviamente senza un tono giulivo.
 
Tutti gridano: “Vergogna, vergogna!”
qualsivoglia sia il contesto o il motivo,
prescindendo da qual sia il distintivo,
dal soggetto che si mette alla gogna.
 
Da sinistra e da destra si rimpalla,
dal basso verso l’alto e viceversa,
dal nordico al terrone e anche al contrario.
 
Un dubbio nella mente mi sfarfalla:
con tutta ‘sta vergogna che imperversa
com’è che non tiriamo giù il sipario?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...