Jena camuna – Giuliano ferrara, o l’etica dell’ossimoro


Un giorno che non mi sentivo bene
(diarrea di quella a raffica ma rara)
ho preso in mano il Foglio di Ferrara
fra tutti i giornalisti il più geniale.
 
Ha un’etica fra etilica e corsara
che va ben al di là di bene e male.
Eclettico però a se stesso uguale
lui scrive pallettoni di lupara.
 
Non servo (forse sciocco) né padrone,
anarchico e anche un po’ situazionista
(ovvero che si situa al posto giusto)
 
ha un senso innato di provocazione
che fa di lui un clerico-castrista,
un clown ch’è tanto Bianco quanto Augusto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...